20 anni “senza zaino”. La Toscana rifinanzia questo innovativo modello di didattica

Una regione illuminata che ha appena rifinanziato il modello della scuola “senza zaino” che può festeggiare così i suoi primi 20 anni di attivitàcon oltre 13.000 studenti coinvolti. Una didattica innovativa ispirata ai principi di condivisione e cooperazione che, anche in Provincia di Pisa, è riuscita ad avere molti consensi soprattutto grazie all’impegno di Daniela Pampaloni, da sempre fautrice del “modello senza zaino” che permette a studentesse e studenti di andare a scuola con una cartella leggera per i compiti a casa.

Naturalmente per implementare in maniera ottimale questa didattica innovativa servono anche ambienti scolastici adeguati allestiti con arredi funzionali e una grande quantità di strumenti sia tattili che digitali. Tutti elementi con cui è stata concepita, ad esempio, la Scuola Pertini di Fornacette, realizzata nel mio mandato da Sindaca di Calcinaia. La “Scuola Senza Zaino” necessita per anche di una dirigenti che credano in questo modello didattico ed insegnanti desiderosi di ricevere una formazione specifica su certi valori spiccatamente indirizzati alla condivisione dei saperi.

E’ molto confortante osservare come la Toscana e alcuni illuminati dirigenti sostengano questa didattica innovativa che si fonda sul principio dell’ospitalità e della cooperazione. Il mio augurio è che sempre più classi e sempre più studenti possano sperimentare la scuola “senza zaino”.

Articoli scritti da Lucia Ciampi