La Giornata del Ricordo

In tutta Italia oggi, 10 Febbraio, si celebra la “Giornata del Ricordo”, un’occasione per non dimenticare gli eccidi perpetrati in Venezia Giulia e Dalmazia ai danni di migliaia di cittadini italiani per motivi politici, alla fine e nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Non si può e non si deve chiudere gli occhi di fronte ad alcuna violenza e sofferenza per questo il Comune di Calcinaia ha deciso di onorare questa giornata con una lettura-spettacolo cui hanno assistito Venerdì 8 Febbraio i ragazzi delle classi terze della scuola secondaria di primo grado (due classi di Calcinaia e una di Fornacette).

Ci sono insegnamenti che la storia impartisce e che è doveroso apprendere, proprio per non commettere i soliti efferati errori. Le popolazioni istriane, fiumane, dalmate e giuliane sono state vittime di una tragedia immane frutto di un nazionalismo cieco.

All’imposizione del totalitarismo nazi-fascista e della durissima occupazione di queste terre, seguì la violenza inaudita scaturita dal rancore del comunismo titino e dalla sua rivalsa sul popolo italiano che abitava quelle terre di confine. Molti furono gli innocenti uccisi. Le foibe sono state il frutto di nazionalismi esasperati come l’odio è da sempre il fuoco che alimenta le peggiori barbarie.

E’ arrivato il momento di far capire alla Storia che abbiamo compreso la “lezione”, che la nostra travagliata umanità non ripeterà mai certi abomini.

Articoli scritti da max.frosini