A 100 anni dalla nascita di un genio

Sabato 5 Marzo ricorreva il centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini, un’artista eclettico, un intellettuale di straordinaria profondità e cultura, ma soprattutto di sconfinata umanità. Scrittore, poeta, autore e regista ha sempre coltivato un rapporto diretto con le persone, con i cittadini e forse grazie proprio a questi contatti senza filtro, aveva sviluppato una capacità di leggere e anticipare le trasformazioni della nostra società che non ha eguali.
A 100 anni dalla sua nascita trovo encomiabile celebrare il genio di Pasolini e ricordo con piacere quando nel 1981, per cui oltre 40 anni fa, alla presenza dell’istrionico Ninetto Davoli e della bravissima attrice Laura Betti intitolammo la Biblioteca Comunale di Calcinaia a Pier Paolo Pasolini.
In quegli anni ricoprivo il ruolo di Presidente del Comitato di Gestione della Biblioteca e lanciammo con entusiasmo questa iniziativa che incontrò il favore di tanti cittadini. Mi piace pensare che Pasolini sarebbe stato orgoglioso di dare il proprio nome a tanti piccoli luoghi di cultura in tutta Italia, quella piccola Italia e quei piccoli italiani che ha esaltato in molte delle sue immortali opere.

Articoli scritti da Lucia Ciampi