A 36 anni dalla sua morte Enrico Berlinguer, resta un esempio per chi crede nella bella politica!

L’11 Giugno, di 36 anni fa, è scomparso Enrico Berlinguer. Un giorno che è rimasto ben impresso nella mente di un’intera generazione, così come la figura di un uomo straordinario a cui sono stati dedicati libri, film, canzoni e, negli anni a venire monumenti, a cui sono state intitolate piazze, strade, parchi, addirittura boschi.

Segno inequivocabile che la figura di Enrico Berlinguer è entrata nell’immaginario collettivo del nostro paese per la sua signorilità, per la sua onestà, per i suoi ideali, per la sua umiltà, per il suo carisma. Ha mostrato all’Italia e a chi gli ha dato fiducia cosa fosse la bella politica. Con le sue parole è riuscito a fare sognare giovani e meno giovani, ha spronato i lavoratori a lottare per i loro diritti, ha incantato platee con i suoi comizi mostrando di avere un pensiero straordinariamente moderno a cui ancora oggi dovremo attingere.

“Noi siamo convinti che il mondo, anche questo terribile, intricato mondo di oggi, può essere conosciuto, interpretato, trasformato, e messo al servizio dell’uomo, del suo benessere, della sua felicità. La prova per questo obbiettivo è una prova che può riempire degnamente una vita”. Enrico Berlinguer  

Articoli scritti da max.frosini