A Buti per ricordare l’eccidio di Piavola

La memoria è preziosa, va difesa, conservata, tramandata. In questo periodo così travagliato per il nostro Paese e per la nostra Europa, con un conflitto drammatico che continua a mietere vittime, distruzione e sofferenza in Ucraina, credo sia ancora più importante ricordare. Ricordare che la guerra non è mai la soluzione giusta e che in passato è entrata anche in piccoli borghi della Toscana, seminando terrore. Il 23 Luglio 1944 tre gruppi di soldati tedeschi irruppero nei boschi di Piavola e trucidarono 18 uomini, il più piccolo aveva 16 anni il più anziano 62.

Il 23 Luglio 2022 sono stata onorata di essere presente a Buti, insieme alla Sindaca Arianna Buti e ad altre autorità a commemorare l’Eccidio di Piavola.

Mi ha fatto piacere soprattutto vedere i Ragazzi del Consiglio degli Studenti presenti a questa manifestazione. I giovani sono la speranza, coloro che riceveranno il nostro testimone, quelli che dovranno custodire la memoria, fare tesoro degli insegnamenti della storia ed evitare che il peggiore passato possa ripetersi.