A Pisa per ricordare la Shoah

La mattina di Lunedì 27 Gennaio ero a Pisa per celebrare la Giornata della Memoria 2020 con le massime autorità del territorio, il Prefetto, Giuseppe Castaldo, il Presidente della Provincia, Massimiiano Angori, il rettore dell’Università, Paolo Mancarellla, il Sindaco di Pisa, Michele Conti, il Presidente della Comunità ebraica pisana, Maurizio Gabbrielli e il Presidente dell’ANPI, Bruno Possenti e Laura Geloni , Presidente dell’ANED.

Il Giorno della Memoria, come ha giustamente ricordato il Prefetto Castaldo, “non è soltanto una ricorrenza, in cui si medita sopra una delle più grandi tragedie della storia, ma è un invito costante all’impegno e alla vigilanza per contrastare chi alimenta l’odio e la discriminazione”.

Perciò meglio restare vigili, come hanno dimostrato di esserlo ANPI e ANED che da sempre, attraverso testimonianze dirette o indirette e con il Treno della Memoria cercano ogni anno di far comprendere alle nuove generazioni quali abissi di abominio si possono toccare quando l’odio acceca la ragione, quando disegni folli che mirano a primati nazionalisti prendono il sopravvento e, nella loro perversa fascinazione, coinvolgono un intero paese, milioni di persone comuni.

La Shoah è stata la peggiore sconfitta dell’umanità. Una barbarie inenarrabile che nei campi di sterminio ha avuto il suo macabro compimento. Ricordarlo fa sempre bene. A tutti.

Articoli scritti da max.frosini