Addio ai Robot! Pisa perde contatto con il progresso grazie ad amministratori incapaci

Un’altra medaglia da appuntare al petto della Giunta leghista della città di Pisa. Imperano le polemiche sui giornali. Da una parte il Dr. Franco Mosca, professore emerito di chirurgia generale all’Università di Pisa e direttore organizzativo el Festival della Robotica che in sole due edizioni (2017 e 2018) è diventato un punto di riferimento per gli esperti del settore a livello mondiale; dall’altra parte abbiamo il Sindaco di Pisa Michele Conti che si è fatto notare in un anno per la sua inettitudine ovvero per il numero notevole di decisioni che non è riuscito a prendere, brillantemente assistito dai deputati del Carroccio.

Già nel 2018 il Prof. Mosca aveva fatto presente che senza la guida del Comune di Pisa il Festival della Robotica, venuto meno l’apporto della Fondazione Arpa, avrebbe avuto difficoltà a proseguire. Cosa che è puntualmente avvenuta, tanto che l’edizione 2019 del Festival è saltata.

Il Festival Internazionale della Robotica significa 15mila presenze in città, quasi 100 eventi nell’arco di pochi giorni, 18 sedi espositive e esperti e relatori provenienti da tutto il Mondo.
Il Sindaco, dall’alto della sua competenza in materia, smentisce queste cifre in un’intervista rilasciata ad un quotidiano locale e dimostra nuovamente la sua irresponsabilità facendo presente che il Prof. Mosca non è mai andato a trovarlo. Come se non fosse il Comune a doversi interessare anche alla luce dell’appello rivolto dal Prof. Mosca durante l’edizione 2018 del Festival.

Pisa sta per perdere un’altra occasione. La città culla della scienza, della conoscenza, della cultura e dell’innovazione di nuovo mortificata da politici impreparati ed arroganti. La cosa positiva sono i molti appelli già arrivati dalla Valdera, da Volterra e dalla Regione per salvare il festival magari spostandolo dalla città alla provincia. Sarebbe un’occasione da non lasciarsi sfuggire per il nostro territorio che potrebbe aspirare a diventare la Robot Valley d’Italia e una delle più acclamate nel Mondo.

Articoli scritti da max.frosini