Auguri a tutte le donne!

E’ l’8 Marzo. Un giorno da celebrare. Un giorno in cui è doveroso fermarsi un attimo per guardare avanti e per guardare indietro. Per rendersi conto delle conquiste sociali, economiche e politiche che le donne sono riuscite ad ottenere nel corso degli anni e dei traguardi ancora da raggiungere, per pensare su quali principi non si deve arretrare di un passo e su quali temi, invece, dobbiamo pretendere una maggiore tutela, anche da parte delle istituzioni.

Tuttavia è il momento di celebrare la nostra natura e la nostra forza, vorrei farlo attraverso l’esempio e le parole di due donne.

La prima, Rosa Parks, dette avvio alla protesta contro la segregazione delle persone di colore nel Sud degli Stati Uniti pronunciando un semplice “No!”. Un “No!” fermo, dignitoso, ma categorico con cui rifiutò di cedere il proprio posto su un autobus ad un uomo bianco e per cui venne arrestata e incarcerata. Furono sufficienti due lettere per dire basta alle diseguaglianze e per aprire una nuova stagione di diritti civili.

L’altra donna cui voglio rendere omaggio è scomparsa solo pochi mesi fa, mi riferisco a Ruth Bader Ginsburg. Una giudice donna, democratica, progressista che ha tenuto testa a molti uomini retrogradi, conservatori e che, nonostante abbia dovuto combattere anche contro due tumori, non ha mai perso un giorno di udienza. Una donna che si è battuta per le libertà individuali di ogni americano e americana, che ha difeso l’aborto, la pillola gratuita, la parità salariale e che non è rimasta sorda neppure di fronte alle richieste di garantire legittimità ai matrimoni omosessuali o all’assistenza sanitaria pubblica. E’ stata lei a dichiarare che “Le donne appartengono a tutti i luoghi in cui vengono prese le decisioni. … Non dovrebbero essere l’eccezione.”

Essere donne è un privilegio e un grande impegno. I miei migliori auguri di una serena e felice giornata a voi tutte.

Articoli scritti da Lucia Ciampi