Avanti con un provvedimento che serve al Paese e al Governo

Lunedì 21 Febbraio sono intervenuta nell’Aula di Montecitorio per annunciare il voto favorevole del Partito Democratico al cosiddetto Decreto Milleproroghe.

L’iter dell’approvazione del Decreto è stato lungo, faticoso e complesso. Parliamo di un provvedimento anomalo che, nel nostro Paese, assume un valore fondamentale in molteplici settori economici, produttivi e della vita dei cittadini. E che oggi lo è ancora di più alla luce dell’emergenza sanitaria. Contiene infatti molte norme in molti argomenti. Misure specifiche riguardano l’agricoltura, l’ambiente, il governo del territorio, la cultura, lo spettacolo, la difesa, gli enti territoriali, la giustizia, l’informazione e la comunicazione, le infrastrutture e i trasporti pubblici, il lavoro e la previdenza, le politiche sociali, la pubblica amministrazione, la salute, l’università, la scuola, l’alta formazione e la ricerca, la sicurezza, lo sport e le attività produttive. La Camera è intervenuta modificando e migliorando il Decreto con senso di responsabilità e con il consenso di quasi tutte le forze politiche presenti in Parlamento.

Tra alcune norme che fanno parte del provvedimento quella sui ristori e il fondo di accompagnamento all’esodo per i lavori portuali, un risultato cercato e ottenuto dal PD. E ancora l’emendamento, sempre voluto fortemente dal Partito Democratico che salva gli incentivi stanziati dalla cosiddetta transizione 4.0. Sulle maggioranze trasversali concordiamo con il Presidente del Consiglio quando chiede lealtà. Essere leali significa fare quello che si dice e non ondeggiare per paura della perdita dei consensi tra maggioranza e opposizione. Il Decreto Milleproroghe, pur con le sue criticità, è necessario per il Paese e per il Governo che, in un momento drammatico per la pace dell’Europa e del Mondo, deve avere tutta la legittimazione possibile per proseguire nel suo lavoro.

Qua sotto il video del mio intervento.