Buona Pasqua!

Stiamo vivendo un periodo storico molto particolare. Dopo due anni in cui la pandemia ha fortemente condizionato la nostra vita arrivando ad imporre, per il bene dell’intera collettività, restrizioni alle libertà individuali, adesso le nostre preoccupazioni sono rivolte verso il conflitto che è scoppiato alle porte dell’Europa e sta dilaniando l’Ucraina.
Un’aggressione, quella voluta da Putin, inconcepibile e ingiustificabile.
La guerra è il male assoluto e a testimoniarlo sono le orribili immagini, le strazianti storie, i disperati messaggi che arrivano dalle zone in cui si susseguono bombardamenti e combattimenti.
In questo clima ci avviciniamo a celebrare un’importante ricorrenza come la Pasqua che da sempre è simbolo di speranza e di rinascita.
A questo proposito il mio auspicio è che il nostro Mondo possa recuperare quell’umanità che odio e conflitti sembrano aver disperso.
Vorrei inviare a voi tutti i miei più sinceri auguri di una serena Pasqua con questo bel pensiero di un’attivista e una femminista della prima ora come Eleanor Roosvelt che ben si adatta a questo particolare momento storico “Non è sufficiente parlare di pace. Bisogna crederci. E non basta crederci. Bisogna lavorarci sopra”.

Articoli scritti da Lucia Ciampi