Cambiamo il nostro stile di vita, facciamo appello al nostro senso civico. Solo così possiamo fronteggiare l’emergenza!

Il nostro paese sta vivendo un momento difficilissimo legato ad un’emergenza di cui al momento non siamo in grado di prevedere una fine.

Non serve in questo momento farsi prendere da isterismi o allarmismi che risulterebbero controproducenti. Dobbiamo essere vigili, rispettosi delle regole, aiutare tutti quei medici e quegli operatori che in questo preciso momento negli ospedali della Toscana e di tutta Italia si stanno prodigando per far fronte al prolificare di casi di coronavirus.

Dobbiamo far appello al nostro senso civico, alla nostra responsabilità, al rispetto che tutti dobbiamo agli altri cittadini della nostra comunità. Condivido appieno l’appello lanciato da molti Sindaci in questi giorni.

E anch’io invito tutti noi a cambiare il nostro stile di vita ad adottare comportamenti corretti come quello di evitare spostamenti e attività non strettamente necessari. Meglio restare a casa e rinunciare all’idea di frequentare luoghi affollati. Per scongiurare nuovi episodi di infezione riscopriamo il piacere di vivere attimi di serenità all’interno della nostra abitazione, magari in compagnia dei nostri cari o facendo una bella passeggiata all’aria aperta.

L’emergenza che stiamo affrontando è atipica per tutti noi. Prendiamo tutte le precauzioni del caso, seguiamo le indicazioni che ci vengono fornite. La stella polare da seguire, a mio avviso è sempre quella del rispetto: rispettiamo la nostra vita e quella degli altri. Solo in questo modo riusciremo a fronteggiare questa emergenza. Dobbiamo farlo tutti, dobbiamo farlo insieme.

Articoli scritti da max.frosini