Corsi e ricorsi che rimandano all’unità del Paese

Questo periodo è ricco di rimandi alla storia del nostro Paese, episodi e vicende che l’hanno segnata in maniera indelebile come quel 16 Marzo di 44 anni fa in cui venne rapito Aldo Moro e furono uccisi i 5 uomini della sua scorta dalle Brigate Rosse. I cosiddetti “anni di piombo” quelli delle lotte armate e del terrorismo stragista avrebbero diviso e condizionato la nostra società ancora per alcuni anni.

Il 17 Marzo 1861 invece fu proclamato il Regno d’Italia e a distanza di 161 anni celebriamo questa giornata come quella “dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della bandiera” simboli identitari del nostro stato, di un territorio che amiamo e in cui ci riconosciamo.

In un periodo come questo dove odio, contrasti, conflitti, divisioni sono all’ordine del giorno ripensare all’unità d’Italia ai sacrifici che è costata raggiungerla, al prezzo che abbiamo dovuto pagare per mantenerla, credo sia un buon modo di festeggiare questa importante giornata.