Dalla parte della ragione e della legge…

Era evidente. I lavoratori, i sindacati e anche il Partito Democratico lo avevano sostenuto fin dal 9 Luglio, giorno in cui i 422 dipendenti della GKN di Campi Bisenzio sono stati licenziati con una semplice email.

Adesso lo ha sancito anche il Tribunale di Firenze che ha accolto il ricorso della FIOM. L’azienda di componentistica auto controllata dal fondo britannico Melrose ha violato l’articolo 28 dello Statuto dei Lavoratori.

I licenziamenti sono stati bloccati, ma non c’è da fare festa, occorre cambiare paradigma e trovare soluzioni. Serve un intervento anche del Governo in questo senso. Quando parliamo di 422 lavoratori, parliamo di 422 famiglie, di un territorio che proprio in questa circostanza ha dimostrato di saper far rete e di essere coeso e solidale. Anche questo è un patrimonio che non possiamo disperdere.

Difendere i posti dei lavoratori della GKN significa difendere i diritti, difendere la dignità e difendere coloro che credono in questi valori e sono disposti a schierarsi dalla parte giusta, quella dei dipendenti.

Articoli scritti da Lucia Ciampi