…di tutta la protesta un fascio!

Paradossalmente il 9 Ottobre a Roma migliaia di persone hanno protestato contro la libertà che idee pensando invece di difenderla.

Tra scene di guerriglia urbana, camionette della Polizia assaltate, l’attacco alla sede nazionale della CGIL e finanche l’occupazione della sala rossa del Pronto Soccorso del Policlinico Umberto I, nella nostra capitale si è consumata una giornata da incubo, davvero “nera”, in tutti i sensi. Questa serie di ignobili bestialità condotte da facinorosi, nel migliore dei casi, all’interno di una manifestazione per dire “No al Green Pass”, ovvero a uno strumento pensato per debellare definitivamente il virus e restituire ogni libertà ai cittadini italiani.

In questo micidiale mix di ignoranza e violenza si sono distinti per le loro azioni squadriste gruppi di neofascisti che hanno approfittato di questo clima di sfiducia e paura per compiere atti vandalici e intimidatori, come il vergognoso assedio alla sede della CGIL a cui esprimo tutta la mia solidarietà.

Un vero e proprio attacco al mondo del lavoro, alla nostra storia. Credo fermamente che sia arrivato il momento di fare i conti con queste pericolose frange di estrema destra, eversive e anti-costituzionali che sfruttano tensioni sociali per agire, creare disordini e minare alla base le nostre istituzioni democratiche. Occorre imporre lo scioglimento di questi gruppi e ad appoggiare questa proposta dovrebbero essere tutti i partiti che siedono in Parlamento.

Basta parole e distinguo. Difendere la libertà significa, prima di tutto, reprimere idee e ideologie liberticide.

Articoli scritti da Lucia Ciampi