Eventi climatici estremi. Nuovi messaggi che ci devono spingere a vivere salvaguardando l’ambiente e non a sue spese!

Il cambiamento climatico è già in atto. In Canada si registra un’ondata di caldo mai avvertita in precedenza. Nella città di Lyttom nella Columbia Britannica il termometro ha superato i 49,5°. A Vancouver si sono registrate temperature superiori ai 45°. Eventi climatici estremi che il Canada non aveva mai conosciuto. Da molti giorni il termometro è stabilmente sopra i 30° e si sono toccate temperature che la terra dell’acero mai aveva conosciuto finora. Il caldo cocente ha purtroppo causato anche decine di vittime. Almeno 134 persone secondo la Polizia Federale di Vancover sono decedute improvvisamente a causa del caldo a partire dallo scorso venerdì.
Quello che sta succedendo in queste settimane sulla costa ovest dell’America del Nord è chiaramente uno spaccato di quello che potrebbe avvenire nel Mondo nei prossimi decenni. Il riscaldamento globale aumenta infatti l’intensità e la frequenza degli eventi climatici estremi come quelli che si stanno verificando in Canada. Si stanno registrando adesso nuove fasi di siccità in California, negli Stati Uniti.
Benchè il singolo evento climatico estremo non possa essere messo in diretta relazione con il climate change, è evidente che qualcosa sta cambiando. Non possiamo più permetterci scelte politiche scellerate in tema di ambiente, quelle che hanno ad esempio caratterizzato la Presidenza Trump e che hanno beceramente influenzato anche qualche partito politico europeo. E’ il momento che l’uomo comprenda che non può vivere a spese della natura, ma che deve vivere nella natura, salvaguardandola e rispettandola. Altrimenti non potremmo più garantire un pianeta ospitale alle nuove generazioni.

Articoli scritti da Lucia Ciampi