Formare i cittadini europei di domani, ecco l’obbiettivo della risoluzione che impegna il Governo

Se l’Unione Europea nasce dalla politica per formare i cittadini europei è determinante il ruolo della scuola. Per questo motivo sono particolarmente soddisfatta che la mia risoluzione che impegna il governo ad organizzare negli istituti di ogni ordine grado e nelle università iniziative e momenti di dibattito per coinvolgere gli studenti a dare il proprio contributo alla “Conferenza sul futuro dell’Europa”, sia stata approvata nell’Aula di Montecitorio.
Si tratta di una risoluzione promossa dalle Istituzioni Comunitarie.
L’Unione Europea ha infatti dedicato il 2022 ai giovani: il prossimo sarà un anno fondamentale per ripartire e superare la pandemia: il Covid ci ha insegnato che queste battaglie si vincono soltanto insieme e che ogni rigurgito sovranista può essere devastante. E’ quindi necessario promuovere strumenti adeguati per incentivare i nostri ragazzi a maturare una coscienza collettiva ed una cittadinanza europea consapevole per affrontare e vincere le sfide del futuro.