I patrioti russi…

Ormai appare chiaro che il patriottico partito della Lega più che agli interessi della bandiera tricolore era molto legato a quelli della federazione russa.

E’ di questi giorni infatti la notizia che sui cellulari dei tre indagati per corruzione internazionale nel cosiddetto Russiagate, ovvero Savoini, Meranda e Vannucci è stata trovata la foto di un foglio sula quale sono appuntate le percentuali da dividere tra la Lega e gli intermediari russi nella compravendita di una partita di gasolio del valore di un miliardo e mezzo.

Sarebbe la prova acquisita dalla magistratura dell’accordo che è stato perfezionato al Metropol. Appare pertanto probabile che questi fondi elargiti ad un partito decisamente nazionalista e anti europeo come il Carroccio fossero destinati a destabilizzare l’Unione Europea alla vigilia dell’ultima tornata elettorale.

Aspettiamo ovviamente che le indagini facciano il loro corso, ma se la vicenda fosse confermata sarebbe un caso davvero eclatante di corruzione internazionale. Finanziamenti illeciti che invece di aiutare l’Italia sarebbero servititati utili alla Lega e a minare l’UE grazie al contributo di partiti asserviti ad una causa che poteva solo nuocere al nostro paese.

Articoli scritti da max.frosini