I “Patti per la lettura” della Regione adottati a livello nazionale come antidoto contro odio e ignoranza!

In Italia si legge sempre meno, ma farlo è fondamentale. Soprattutto in periodi come questo, dove ci sono persone che fanno credere di avere la verità in tasca per non assumersi altri obblighi o responsabilità, dove tutti i problemi hanno sempre una causa esterna, dove la cosiddetta “Università della vita” appare il riscatto a qualsiasi tipo di fallimento.

Per cercare di comprendere meglio il mondo e per cercare di viverci nel miglior modo possibile, sarebbe ottimale affidarsi completamente alla lettura. E’ lei la più fedele alleata contro le orde di ignoranza e odio che stanno devastando la coesione sociale del nostro paese.

Per questo motivo, in Italia, sono nati progetti formativi rivolti alla lettura e, ancora una volta, la Regione Toscana e i comuni della Proviincia di Pisa (che fanno parte di Bibliolandia) dimostrano nuovamente di essere all’avanguardia. La Toscana ha infatti predisposto “Il Patto per la lettura” proprio per trasformare i piccoli lettori di oggi nei lettori di domani.

Si tratta in sostanza di un’alleanza con tutti i soggetti della filiera del libro per incentivare la lettura e fare in modo che diventi un’abitudine quotidiana. Di questo ho parlato nel mio intervento nell’Aula di Montecitorio (che vi propongo qua sotto) in cui la pratica proposta a livello regionale dalla Toscana è stata, in sostanza, riportata su scala nazionale.

Articoli scritti da max.frosini