“Il capitale donna” fotografato dallo splendido libro di Laura Boldrini

Sono molto felice di aver preso parte nei giorni scorsi alla presentazione, avvenuta all’interno della Galleria Sordi a Roma, di “Questo non è normale”, il libro scritto dalla collega Laura Boldrini.
Un’opera che ho avuto il piacere di leggere molto rapidamente e che mi ha letteralmente stupito per la sua efficacia e per la manifesta intenzione di essere ficcante arrivando dritto al punto di ogni questione. Il libro di Laura fotografa un Paese arretrato e ipocrita e si configura come una vera e propria battaglia di civiltà contro un modello patriarcale duro a morire. Un concetto ribadito anche durante questo evento alla presenza dell’attivista del movimento delle sardine Jasmine Cristallo, del giornalista Riccardo Iacona e del Vice Segretario del PD, Peppe Provenzano.
Come ha affermato Laura Boldrini “c’è un capitale umano enorme di donne a sinistra” che deve essere valorizzato e attraverso il libro si può riflettere sulle discriminazioni e i pregiudizi che ogni giorno puntualmente si verificano in ogni ambito della nostra società, passando perlopiù inosservati. Parliamo di compagne, colleghe, amiche, mogli che continuano a restare subalterne, ininfluenti, gregarie, senza contare che chi cerca di rompere questa logica rischia di essere etichettata come “strana” o addirittura “fanatica”. Cose che non sono normali e di cui effettivamente è bene prendere coscienza per sovvertire uno schema sbagliato e cominciare ad imporre un nuovo modello culturale in cui si affermi una reale parità di genere. Per tutti questi motivi mi sento di consigliare la lettura di “Questo non è normale” di Laura Boldrini.