Il Capitano è salvo! I 5Stelle e l’Italia invece affondano!

Fino a ieri ostentava sicurezza. Forse perché sapeva che la piattaforma Rousseau è una piattaforma privata, quindi altamente manipolabile, o forse perché il quesito era così contorto che in molti avrebbero mal interpretato il quesito.

Tra voti reiterati e malcelate indicazioni dai vertici del Movimento si è consumata l’ennesima farsa. Cade anche il tabù per cui i 5stelle hanno raccolto molti consensi, ovvero quello dell’immunità parlamentare. Cosa rimane? Rimane Salvini che gongola per due fondamentali motivi. Il primo è che potrà continuare a prendere in giro gli italiani, facendo credere che è stato lui a far diminuire gli sbarchi chiudendo i porti e impendendo a poche decine di migranti di sbarcare in Italia. In realtà è grazie al lavoro dell’ex-Ministro Minniti che si è arrivati a contenere questo numero. La Lega invece non ha mai partecipato in Europa a nessuna delle 22 riunioni svolte nell’arco di due anni per riformare il trattato di Dublino, ovvero quella norma per cui le persone devono chiedere asilo nel primo Paese in cui arrivano (ad affermarlo è stata Elly Schlein, europarlamentare di ‘Possibile’) .

L’altro motivo per cui il “Capitano” gongola è che senza fare granché ha ottenuto la sua immunità e continua ad andarsene in giro dicendo che sarebbe stato tranquillo anche se fosse stato processato. Allora perché non ha rinunciato all’immunità? Perché non ha deciso di affrontare, forte delle sue scelte, il giudizio della magistratura? Semplice. Perché non ha mai avuto questo coraggio. Forte della protezione dei 5 stelle ha ostentato solo in quest’ultimo periodo una certa sicurezza. Fino ad un mese fa infatti si minacciavano crisi di Governo ed altri nefasti presagi.

Invece la salvezza di Salvini coinciderà con il naufragio dei 5stelle e dell’Italia, ormai alla deriva dal punto di vista sociale ed economico grazie ad un esecutivo capace solo di far propaganda sulla pelle dei cittadini.

Articoli scritti da max.frosini