Il Ministro dà i numeri!

Salvini dà i numeri, ormai ogni giorno da quando è al Governo, ma quelli che riguardano l’immigrazione in Italia meritano davvero una riflessione. Innanzitutto è bene ricordare, prima di addentrarci nella fantasiosa aritmetica del Ministro dell’Interno, che ad ogni singolo numero sciorinato corrisponde una persona che, evidentemente, ha vissuto un’esistenza drammatica nel suo paese d’origine.

Ebbene, nel contratto di Governo Lega-5 Stelle si parla a pag. 27 di 500mila immigrati irregolari in Italia, una vera e propria “invasione” secondo i celoduristi. Poi magicamente è lo stesso Salvini, pochi giorni fa a correggere lievemente il tiro “Il numero degli immigrati irregolari stimati in Italia è circa 90 mila. È il numero massimo stimabile in Italia, a essere pessimisti”, mentre quelli del Movimento 5 stelle gli fanno presente che la cifra di 500.000 era stata scritta nel contratto proprio dal leader del Carroccio. Per cui, improvvisamente, nel giro di pochi mesi ben 410.000 persone incredibilmente svaniscono. Ora considerato che Salvini non è il Mago Silvan e che chiunque, ormai, considera i rimpatri di massa promessi una bellissima bufala pre-elettorale, si suppone che il Ministro dell’Interno si sia dato la pena di inventarsi queste cifre per mascherare un fatto ormai assodato, ovvero che le espulsioni non funzionano.

Non solo, ma al netto delle campagne di odio che in questo tempo hanno spopolato sui social e che hanno avvelenato il nostro tessuto sociale, vale la pena sottolineare i numeri di riferimento, sicuramenti più affidabili di quelli del “Capitano”, tratti dalle ricerche di Ismu: “tra giugno 2018 e marzo 2019, circa 51.000 stranieri sono diventati nuovi irregolari in Italia. Di questi, circa 11.000 sono la conseguenza diretta del ’decreto sicurezza’, diventato legge”.

Per cui gli irregolari fatti sparire a parole da Salvini ecco che tornano magicamente grazie al suo “geniale” decreto sicurezza.

Se poi si vanno a vedere le cifre snocciolate dal Viminale e rielaborate da Ismu si vede che a fine 2017 si stimava che in Italia fossero presenti circa 530 mila irregolari. A maggio 2018, prima del governo Conte, eravamo saliti a circa 550.000. A fine marzo 2019, siamo arrivati ormai a poco meno di 600.000. Ma forse per chi parla di “miracolo del Capitano”, uno slogan che ricorda più un dentifricio che la realtà, i numeri non contano, o comunque se a manipolarli è il Ministro dell’Interno occorre fidarsi. A smentirli è il mondo della solidarietà, molto più a contatto con queste persone del leader del Carroccio. Insomma Salvini sta continuando a cercare di fare bere menzogne agli italiani. Quello che non riesce proprio a comprendere è che ubriacare i cittadini con false verità alla lunga può creare grandi problemi al nostro paese e alla sua spregiudicata politica fatta di arroganza e bugie.

Articoli scritti da max.frosini