Il primo grande passo del G20: l’aliquota minima globale per le multinazionali

Un accordo storico quello che è stato preso nel corso del G20 delle finanze di Venezia sulla tassazione minima globale. Un risultato che fa particolarmente onore all’Italia come ha giustamente affermato il Commissario Europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, che ha preso parte al tavolo in cui si è stabilito il principio di un’aliquota globale minima del 15% per la tassazione delle grandi imprese, applicata Paese per Paese. Si è fatto un passo a mio avviso molto importante per dare avvio ad una nuova era fiscale che garantirà più giustizia e più equità.
La corsa verso dove pagare di meno sarà inutile per tutti i giganti del web. La concorrenza fiscale verrà così regolata e la tassazione delle grandi imprese sarà la stessa in 130 Paesi. E proprio nei paesi dove faranno market le multinazionali saranno tassate. Una misura giusta che permetterà di avere le risorse necessarie per finanziare i servizi pubblici, i beni pubblici e la lotta contro il riscaldamento climatico che ha un costo molto importante.

Articoli scritti da Lucia Ciampi