Il ticket che non c’è più!

A partire dall’1 Settembre, sarà abolito il ticket aggiuntivo per fasce economiche che finora era dovuto per acquistare farmaci (da 2 a 4 euro) e per prestazioni specialistiche ambulatoriali (da 10 a 30 euro).

Il Governo ha stanziato 550 milioni all’anno per questa misura che aiuterà tantissimi cittadini di ogni regione d’Italia garantendo maggiore equità e sostenendo le famiglie in questo difficile periodo.

Ad onore del vero, va rimarcato come la Regione Toscana, quella bistrattata da alcune candidate che hanno già dato prova di essere disinformate in materia, aveva attenuato la portata del ticket, eliminandolo per certe categorie, modulandolo in base al reddito familiare e riducendo da Aprile 2019 il contributo alla digitalizzazione previsto per le prestazioni di diagnostica per immagini, e da Marzo 2020 la quota aggiuntiva per fasce economiche sugli esami di laboratorio analisi.

A questo proposito ritengo che ogni strumento, compreso il MES, dovrebbe essere utilizzato per offrire in tema di sanità nuove agevolazioni ai cittadini. In modo che il nostro sistema sanitario sia sempre più pubblico e assicuri la giusta assistenza a tutti.

Articoli scritti da max.frosini