Il Venezuela chiede aiuto, ma gli incapaci non scelgono!

L’Italia, ormai da mesi, non ha guida. Viviamo in un paese che sbanda ad ogni “capriccio di Governo”. A Lega e Movimento 5 Stelle sono bastati pochi mesi per dimostrare la loro totale incapacità e inaffidabilità. Ogni giorno un ripensamento, ogni giorno una fuga in avanti e poi quindici passi indietro. Si cerca di distrarre continuamente l’opinione pubblica per non affrontare nessun argomento di una certa rilevanza. In politica estera le contraddizioni italiane sono spaventose e la nostra abilità nel “non prendere posizioni chiare” non solo ci sta relegando ai margini di qualsiasi scenario politico, ma frena anche processi di normalizzazione. Prendiamo ad esempio la situazione del Venezuela.

Non serve uno stratega per comprendere come la situazione umanitaria nel paese sia drammatica, che Maduro ha preso il potere in maniera non legittima e che il Presidente dell’Assemblea Nazionale Juain Guaidò ha il diritto di guidare il Venezuela a nuove e libere elezioni.

Il nostro Governo, come sempre del resto, si dimostra invece inetto ed ambiguo con il risultato di frenare anche una risoluzione europea che potrebbe portare ad una soluzione politica della crisi.

Si filosofeggia, si continua in un gioco tra le parti senza senso, mentre 800.000 venezuelani sono alla fame e cinque milioni di persone hanno già lasciato il paese. Questo ha dichiarato la delegazione composta dal Sindaco di Caracas, Antonio Ledezma, dal Presidente della Commissione Esteri dell’Assemblea Nazionale, Francisco Sucre, dal rappresentante europeo in Venezuela per gli aiuti umanitari, Rodrigo Diamanti alla rappresentanza del Gruppo Parlamentare del PD, guidata dal Presidente Delrio.

Il PD ha garantito fin da subito massimo appoggio all’opposizione venezuelana a Maduro  presentando una mozione a riguardo e riconoscendo la carica di Presidente dell’Assemblea Nazionale a Guaidò. Chiunque stia dalla parte dei diritti e della democrazia non ha altra scelta, a meno che non si chiami, ovviamente, Governo Italiano. Lega e 5Stelle sono riusciti infatti ad approvare una mozione in cui l’Italia condanna ed assolve, in cui riconosce e non riconosce. In pratica l’esecutivo in pieno stile “pilatesco” approva una risoluzione in cui non si dice niente e non si prende posizione. Una non scelta irresponsabile, mentre in Venezuela intanto si muore sotto l’egida di un dittatore.

Articoli scritti da max.frosini