Investire in tecnologie e formazione. Risorse e potenziamento degli ITS per rilanciare il settore conciario!

Sono davvero orgogliosa dell’articolo apparso su The Watcher Post, una rivista specialistica che si è interessata dell’emendamento che ho presentato al Decreto Legge Sostegni Bis a supporto del settore conciario del successivo Ordine del giorno che ho presentato e che impegna il governo a valutare agevolazioni a fondo perduto per chi investe in tecnologie innovative e sostenibili per il comparto del tessile, della calzatura, della conceria e della pelletteria, al fine di agevolare la tracciabilità, la trasparenza e la transizione ecologica del settore.
Il mio interesse è dettato innanzitutto dalla consapevolezza dell’importanza che hanno certi settori per la provincia di Pisa. Il comparto è sano, e occorre farne emergere l’importanza, al di là di eventi isolati.
Lo stanziamento di 10 milioni di euro è un primo passo per invertire la rotta dopo le contrazioni del mercato e i relativi cali di fatturato che molte aziende hanno subito a causa della pandemia.
La misura presentata alla Camera prevede anche di valutare l’istituzione di programmi di studio e formazione per favorire la partecipazione delle imprese. Credo sia essenziale ampliare e rafforzare gli ITS, mettere in contatto le scuole con le imprese. Specializzarsi è indispensabile se vogliamo tutelare e sviluppare queste nicchie di eccellenza.
Mi fa piacere che l’Ordine del Giorno approvato a Montecitorio sia stato accolto con favore anche dal Vice Presidente di Assomac, Cristiano Paccagnella che ha parlato di un importante segnale, sia per il supporto riservato alle aziende che per l’importanza data allo studio e alla formazione, fondamentali per ripartire dopo la pandemia.

Articoli scritti da Lucia Ciampi