L’1 Febbraio si celebra “di fatto” il centenario dalla nascita di Teresa Mattei

L’1 Febbraio ricorre il centenario dalla nascita di Teresa Mattei, una delle nostre madre costituenti che ho avuto la fortuna di conoscere durante la mia esperienza politica, precisamente quando ricoprivo la carica di assessore alla cultura negli anni ‘90. In veste di Sindaco del Comune di Calcinaia ho avuto invece l’onore di dedicare a Teresa la pista ciclopedonale di Fornacette molto frequentata dai miei concittadini.
La ricordo come una donna dolce, ma determinata che allora era impegnata in un progetto di educazione per l’infanzia, la sua “Radio Bambina”.
A lei dobbiamo quella piccola locuzione che in realtà ha avuto un effetto molto significativo sull’art. 3 della nostra Costituzione, quel “di fatto” che rappresenta un principio di uguaglianza reale che dalla carta si cala, per la sua effettiva realizzazione, nella vita di ogni cittadino.
“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.
Grazie Teresa. Per il tuo esempio, per aver contribuito a rendere la nostra Costituzione, quella che dovrebbe rappresentare la stella polare di ogni ogni italiano, la più bella del mondo.

Articoli scritti da Lucia Ciampi