La Lega tra chi dà i numeri e chi il cattivo esempio!

Ho ascoltato con sincero stupore il deputato del carroccio Ziello prendere parola in Aula e affermare con sicumera che questa emergenza è stata creata ad arte dalla Cina, dopo aver asserito con la solita sfrontatezza che la mancanza del numero legale in aula sia indice, e ripeto le sue testuali parole, “dell’assenza totale di una maggioranza parlamentare che sostiene il Governo”.

Intanto credo sia opportuno far presente all’onorevole Ziello una cosa di cui dovrebbe già essere a conoscenza, ovvero che la maggioranza non ha raggiunto il numero legale per 8 voti a causa dei 45 deputati bloccati a casa, causa quarantena per Covid, e ai quali quindi è stato vietato di prendere parte ai lavori parlamentari.

Mi pare perlomeno paradossale, inoltre, che questa recriminazione arrivi da un deputato della Lega. Prima di ripetere ossessivamente le parole di Salvini, sarebbe bene che Ziello ricordasse come il suo Capitano ha collezionato al Senato solo l’11,37% di presenze. Parliamo del solito Salvini che non è mai stato presente o quasi al Parlamento europeo. Non è poi un mistero che i comizi leghisti, anche in Toscana, siano stati la fiera dell’assembramento con migliaia di selfie scattati senza distanziamento sociale in un periodo in cui stiamo verificando un recrudescenza del virus. Piuttosto che scandalizzarsi sulla mancanza di numeri in una seduta parlamentare sarebbe opportuno che i deputati del carroccio si interrogassero su quale esempio abbiano dato e continuino a dare ai nostri concittadini. Per scongiurare le difficili situazioni che si stanno vivendo in questo momento in altre nazioni vicine all’Italia, serve maggiore responsabilità e meno demagogia.

Articoli scritti da max.frosini