La medaglia Galileo Galilei a Alessandra Buonanno, la ricercatrice che si è laureata a Pisa in fisica teorica!

Un altro prestigioso riconoscimento per una donna di scienza che si è laureata in fisica teorica all’Università di Pisa.

Alessandra Buonanno, direttrice del Dipartimento di Relatività astrofisica e cosmologica all’Istituto Max Planck per la fisica gravitazionale di Potsdam, è stata infatti insignita della medaglia Galileo Galilei, premio assegnato ogni due anni dall’Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN) e dal Galileo Galieli Institute (GGI) a ricercatori e ricercatrici che hanno dato un contributo eccezionale al progresso delle ricerche in fisica teorica.

Il premio assegnato nella ricorrenza del compleanno del grande scienziato pisano (il 15 Febbraio) è andato a Alessandra Buonanno, Thibault Damour e Frans Pretorius. Questi studiosi sono stati in grado di descrivere il comportamento di due buchi neri che collidono. La loro descrizione è stata utilizzata per l’analisi dei dati sperimentali che, nel 2015, ha portato le collaborazioni scientifiche LIGO e VIRGO all’osservazione delle prime onde gravitazionali emesse dalla collisione di due buchi neri.

In pratica grazie al prezioso lavoro di questi scienziati si è dato avvio alla nascita di una nuova era, quella dell’astronomia gravitazionale.

Le mie più vive congratulazioni per questo importante riconoscimento ai tre studiosi e, in particolare, alla frusinate Alessandra Buonanno che dopo essersi laureata a Pisa ha lavorato a Parigi e negli USA per poi approdare in Germania.

La medaglia di cui è stata insignita testimonia in maniera incontrovertibile di quanto le donne possano raggiungere risultati ragguardevoli nel campo della scienza se messe in condizione di scegliere liberamente la loro strada, come sostenuto peraltro dalla campagna di Save the Children in occasione della Giornata Internazionale per le donne e le ragazze nella scienza che si è celebrata lo scorso 11 Febbraio.

Articoli scritti da max.frosini