La passione è il motore della conoscenza. Inaugurato il nuovo anno accademico della Scuola Normale di Pisa

E’ sempre un piacere e una grande emozione prendere parte all’inaugurazione dell’anno accademico alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

Ho ascoltato con molto interesse il discorso inaugurale del Prof. Luigi Ambrosio, nuovo direttore della Scuola Normale che non ha nascosto le difficoltà e la crisi istituzionale vissuta dall’ateneo nei mesi scorsi. Condivido pienamente la sua volontà di fare della Normale una scuola capace di incidere nel contesto in cui è inserita e di condividere con una vasta platea di cittadini gli strumenti formativi di cui la Scuola dispone.

Sono stata soprattutto colpita dal meraviglioso intervento della senatrice a vita, Elena Cattaneo, che nella sua lezione ha evidenziato come la passione, quella più autentica sia il vero motore della conoscenza.

L’istruzione ha però bisogno di risorse e da questo punto di vista la Senatrice Cattaneo ha sottolineato l’attenzione del nuovo Governo in questo ambito. Il nuovo esecutivo ha, parole della senatrice “acceso un faro sulla ricerca annunciando nuovi investimenti”.

Dobbiamo dare seguito a queste promesse, invertire la rotta rispetto al recente passato e avere il coraggio di investire nell’istruzione, sostenere le grandi capacità mostrate dagli studenti, come ad esempio quelle di Antonio Falasconi, il ragazzo non ancora laureato ma che ha già all’attivo una pubblicazione di cui è primo autore sulla rivista “Frontiers in neurscience” per uno studio nel campo delle patologie genetiche che portano alla perdita della vista.

Insomma come ha affermato anche il Prof. Emerito Marino Regini dell’Università di Milano, anch’esso presente all’inaugurazione dell’anno accademico della Normale, l’Università italiana può contribuire alla crescita economica e all’inclusione sociale, ma occorre fornire gli strumenti giusti perché riesca a portare avanti questa missione che contribuirebbe a migliorare non poco il nostro paese, sia dal punto di vista delle risorse che da quello della cultura.

Articoli scritti da max.frosini