La Rocca di Ripafratta torna ad essere attenzionata dal MIBAC dopo essere stata ignorata dal precedente esecutivo

Qualcosa è decisamente cambiato al Mibac e lo si capisce ulteriormente da questo fatto. Da quasi un anno (parlo di poco prima della fine del mese di Novembre 2018) avevo presentato un’interrogazione al Ministero per i Beni e per le Attività Culturali per salvaguardare la Rocca di Ripafratta un monumento di valore storico assoluto situato nel Comune di san Giuliano Terme e attualmente di proprietà privata.

Una fortificazione che è un piccolo gioiello medievale e che faceva parte del sistema difensivo di confine della Repubblica Pisana nei confronti della Repubblica di Lucca, ma che adesso versa in condizioni fatiscenti. Ebbene, mentre l’ex Ministro del Mibac, Bonisoli, non ha mai risposto a questa interrogazione, ho avuto il piacere di avere rassicurazioni sull’interessamento della Soprintendenza, dell’Università di Pisa direttamente in Aula dalla Sottosegretaria, Lorenza Bonaccorsi, la quale mi ha espresso anche il desiderio di visitare la Rocca.

Naturalmente occorre fare anche un passo in più, quello che spero compia l’esecutivo e che ha già fatto la nostra Regione stanziando 100000 € per aiutare il Comune di San Giuliano a rilevare questo storico monumento. Un monumento che oltre ad essere messo in sicurezza, andrà poi riqualificato così come chiedono quei cittadini che si sono mobilitati per salvare la Rocca di Ripafratta e fare di questa fortificazione dal valore storico inestimabile una possibile attrazione turistica che potrà essere utilizzata dall’ente comunale anche per altre finalità culturali. Ci stiamo muovendo nella direzione giusta, però bisogna cominciare, magari già dalla prossima finanziaria a dare le gambe a questi bei progetti.

Qua sotto il video con la risposta della sottosegretaria Lorenza Bonaccorsi e la mia replica.

Articoli scritti da max.frosini