La “Sicurezza” passa dai fatti!

Considerato che la sicurezza ormai è un tema molto caro a tutti i cittadini, mi preme informarvi di tutte le misure messe in campo dal Comune di Calcinaia in questo ambito. Piuttosto che con slogan o provvedimenti spot, un’amministrazione seria risponde con investimenti nel campo della video sorveglianza, della sicurezza stradale e della prevenzione.

Abbiamo presentato tutte queste misure in una conferenza che si è svolta Venerdì 22 Febbraio. Ve ne enuncio solo alcune, tra le più significative come l’assunzione nel 2018 di due agenti a tempo determinato con la funzione di vigili di quartiere, l’installazione di 21 telecamere di contesto che monitorano tutti i principali punti di accesso al paese, e 9 di queste saranno affiancate da telecamere Selea in grado di individuare le targhe delle autovetture e capire se il veicolo è privo di assicurazione e revisione, oppure se è stato rubato. Saranno acquistati anche 4 velobox per fare indurre a moderare la velocità agli automobilisti in alcuni punti sensibili del territorio.

Sono state installate telecamere di sorveglianza agli ingressi di tutte le scuole del territorio e 13 sistemi antintrusione nella solascuola primaria di Fornacette. La Polizia Municipale potrà disporre anche di 3 telecamere mobili a pannelli solari con sensori di movimento per registrare eventuali abbandoni di rifiuto e potrà usufruire anche di bodycam e di una telecamera che è possibile posizionare sulle auto della PM o su edifici e azionare tramite tablet.

Un investimento da 250.000 € che ha permesso di conseguire ottimi risultati. I furti nel 2018 da dati ufficiosi sono in cal nel territorio comunale. Nel 2018 sono stati sequestrati oltre 80 veicoli e 20 già in questo scorcio di 2019. Sono state comminate 113 sanzioni per abbandono dei rifiuti. Per la sicurezza stradale in genere sono stati investiti 1.000.000 € nel 2018 e verranno investiti 2.000.000 € nel 2019.

La Polizia Municipale ha anche provveduto alla sistemazione della segnaletica orizzontale e verticale e alla sostituzione di luci semaforiche con quelle di nuova generazione.

Inoltre saranno installati sei attraversamenti pedonali con fasci luminosi a chiamata ed è stato acquistato un velocipede utilizzabile da persone di qualunque età e in grado di simulare anche condizioni psicofisiche alterate. Strumento che assieme agli altri già in dotazione alla Polizia Locale costituirà il perno delle campagne di sicurezza stradale che gli agenti terranno sia nelle scuole che in pub, caffè e locali notturni del territorio per evidenziare ai ragazzi (e non solo) quanto sia pericolosa la guida in condizioni psico-fisiche non ottimali.

Insomma “sicurezza” non è una parola di cui riempirsi semplicemente la bocca. Per assicurarla c’è bisogno di lavorare, di mettere a disposizione risorse e saperle utilizzare.

Articoli scritti da max.frosini