La situazione dei migranti al confine con la Polonia è drammatica! Una questione di cui occuparsi in maniera prioritaria

Giovedì 18 Novembre ho depositato un’interrogazione firmata anche dalla deputata Laura Boldrini per sapere quale sia la posizione del governo sulla gestione polacca di migranti e profughi bloccati alla frontiera con la Bielorussia e quali iniziative urgenti intenda assumere per garantire la tutela dei diritti umani, nel pieno rispetto dei trattati sovranazionali in materia.
Sono particolarmente orgogliosa che questa iniziativa volta ad assicurare che i richiedenti asilo abbiano accesso al territorio dell’Unione Europea al fine di sottoporre una richiesta di protezione, sia stata sottoscritta da tutti gli esponenti del Partito Democratico.
Tutta la comunità internazionale sta legittimamente accusando il presidente Lukashenko di utilizzare i migranti come strumento di politica estera; Stati Uniti e Unione Europea stanno inasprendo le sanzioni economiche nei confronti della Bielorussia. Nessuno pero’ sta cercando di risolvere concretamente la situazione di migliaia di profughi, tra cui donne e bambini, costretti da settimane in condizioni drammatiche, senza casa, cibo e vestiti e senza la possibilità di poter richiedere ed ottenere asilo politico; intrappolati tra le violenze della polizia bielorussa e dell’esercito polacco. Restare ancora a guardare o aspettare passivamente i tempi della diplomazia sarebbe la conferma che la pandemia non ci ha insegnato davvero niente.