La tagliola che impedisce un salto nel futuro a tutta l’Italia!

Lasciatemi esprimere la mia più profonda amarezza per l’affossamento in Senato del DDL Zan. Un testo che, nonostante fosse perfettibile, avrebbe fatto fare un salto nel futuro al nostro Paese riconoscendo diritti e garantendo la dovuta tutela a quelle persone che sono vittime di crimini d’odio.
Il voto sfavorevole del Senato non ha fatto perdere il PD che più di ogni altro si è battuto per l’approvazione di questo DDL, ma l’Italia intera. Bloccando questo decreto, si è perso una grande occasione per rendere più civile e tollerante la nostra società. In Parlamento qualcuno ha voluto dare una mano a quella destra sovranista e, a tratti, oscurantista che da sempre è sorda all’istanza di tanti cittadini che chiedono solo tutele e riconoscimenti.
E’ scattata la tagliola con gl aiuti che sono arrivati con voto segreto da persone che, evidentemente, non hanno il coraggio di schierarsi dalla parte del rispetto dell’uguaglianza. Un principio che non può rimanere astratto, ma deve diventare dovere ineludibile.
Ci vuole altrettanto coraggio a festeggiare per un risultato del genere.

Articoli scritti da Lucia Ciampi