La violenza non ha colore e la guerra non è mai la soluzione!

La violenza non ha colore, la guerra non è la soluzione, non si ottiene giustizia causando nuove vittime innocenti.
Il conflitto israelo-palestinese si può risolvere solo con un cessate il fuoco unilaterale e soprattutto riconoscendo i rispettivi diritti.
Israele ha il diritto di esistere in pace e sicurezza. Gli attacchi terroristici di Hamas e le drammatiche scene di assalti a sinagoghe perpetrati nel Paese sono semplicemente criminali e devono cessare immediatamente.
La Palestina, secondo quanto previsto dagli accordi di Oslo, è uno stato sovrano e autonomo e i suoi abitanti hanno il diritto di vivere in pace e sicurezza entro i confini stabiliti nel 1967.
Le maggior parte delle persone che vivono in Medio Oriente, in quei territori, hanno chiaramente compreso che l’unica strada che può garantire loro un futuro e una vita degna di essere vissuta in serenità, è quella di riconoscere “l’altro”.
Purtroppo in entrambi gli stati c’è chi intende far saltare sistematicamente ogni possibile sviluppo che porti ad una tranquilla convivenza. Si tratta di linee politiche estremistiche, avallate spesso anche da atti terroristici non più tollerabili. Spetta agli organismi internazionali intervenire e avviare un processo politico che porti al mutuo riconoscimento.
L’Italia e l’Europa si devono spendere per questa soluzione. Si tratta dell’unica strada percorribile per evitare altre forzature, altri soprusi, altri morti.

Articoli scritti da Lucia Ciampi