Le critiche, i post, i commenti sessisti e ingiuriosi. L’intergruppo delle deputate è con il neo Ministro della Scuola, Lucia Azzolina

Quello che è accaduto è ampiamente noto. Il leader del Carroccio, Matteo Salvini dall’alto del suo diploma ha criticato la nuova Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, estrapolando da un contesto ben più ampio una frase pronuncia dalla neo-ministra che, è bene ricordarlo, è stata preside e sottosegretario al Ministero dell’Istruzione.

Tutto questo lavoraccio per dare in pasto ai fan del Capitano un altro post in cui si mischiano come d’abitudine disinformazione e rabbia latente che, non a caso, ha scatenato la solita furia degli haters. Insulti sessisti, volgari, irripetibili ad una giovane donna di 37 anni che, piuttosto che lasciarsi andare a cori razzisti contro i napoletani come Salvini, si è data da fare. Si è laureata due volte e, nonostante la giovane età, ha vinto un concorso da dirigente scolastica.

L’intergruppo delle deputate per i diritti delle donne e le pari opportunità di cui faccio parte ha diramato a questo proposito un comunicato stampa che vorrei condividere con voi.

“L’intergruppo ritiene che avere più donne nelle posizioni di vertice vada a vantaggio dell’intero Paese. La scelta di Lucia Azzolina a Ministra dell’istruzione è sicuramente un passo importante in questa direzione poiché va a colmare quello che ancora rimane una forte disuguaglianza nella rappresentanza femminile al governo. Inoltre, come Intergruppo donne della Camera, chiediamo al Premier Conte e a tutti i partiti di portare riequilibrio tra uomini e donne nei board e vertici di authority di nomina pubbliche, che il parlamento sarà chiamato a fare nei prossimi mesi. Non c’è maggior indicatore di cultura innovativa della presenza femminile nella società. Integrare e responsabilizzare appieno le donne, in senso economico e politico, è il passo più importante che un Paese possa fare per rafforzare le basi della società e della propria competitività. L’Italia ha bisogno di immaginare il proprio futuro insieme, donne e uomini, per creare davvero le condizioni e le politiche del domani, superando così discriminazioni di genere e sessismo ancora purtroppo presenti nella nostra società, come si è potuto constatare anche ai danni di Lucia Azzolina a cui va la solidarietà dell’intero intergruppo”.

Articoli scritti da max.frosini