L’ignoranza e l’inciviltà non possono cancellare né l’arte né la storia!

Fa male. Molto male. Ho visto le foto di un monumento dedicato all’immigrazione italiana in terra francese (les immigrations des italiens) vandalizzato nella mia Calcinaia. Era un’opera d’arte magnifica, di assoluto valore e di grande ingegno realizzata da un’artista e da un uomo di nobili sentimenti e grande generosità come Michel Pozzetto.

Ho avuto modo di inaugurare quella scultura in cui una parte degli attrezzi da lavoro utilizzati da contadini, minatori ed operai (zappe, picconi e vanghe) diventavano quegli uomini e quelle donne che hanno lasciato molti paesi della nostra regione per andare a cercare occupazione e dignità in Provenza. Quella disordinata schiera di persone, curve su se stesse e con le facce segnate dalla dure condizioni di lavoro, immaginata e realizzata da Michel adesso non c’è più perché qualche scellerato ha deciso di danneggiarla. Era un bellissimo regalo di Noves, paese gemellato con Calcinaia, per la nostra gente. Un dono davvero prezioso che spero venga presto restaurato. Resta comunque un’amarezza al fondo di questa vicenda. Quella per cui si assiste ad atti incivili e stupidi dettati da profonda ignoranza o da una superficialità non più tollerabile.

 

Articoli scritti da max.frosini