L’incubo e l’umanità

La deriva sociale e culturale del nostro paese è racchiusa nel racconto di pochi giorni. Al largo della Sicilia sono annegate più di cento persone, morte. Una vicenda che passa perlopiù sotto silenzio. Chi ne fa riferimento, lo fa per oltraggiare la loro memoria, per ribadire che “la pacchia è finita”. Come se affidare la propria vita ad un barcone malmesso con cui affrontare i marosi del Mediterraneo sia una sorta di divertimento, un’attrazione da provare a Gardaland.

Il Parlamento intanto approva il decreto sicurezza, il secondo, perché i risultati del primo sono sotto gli occhi di tutti. Più furti e insicurezza. Pisa e la nostra provincia ne sanno qualcosa. Come forte deterrente di prevenzione alle rapine nei parchimetri di Pisa sono apparsi gli adesivi che invitano i turisti a non lasciare in vista oggetti di valore nell’auto.

Ma Salvini è contento, esulta perfino, lo fa su Facebook naturalmente dove la sua presenza è molto più tangibile rispetto a quella che si riscontra al suo Dicastero.

Muore un carabiniere, un servitore dello Stato e il Ministro dell’Interno a poche ore dal delitto assieme a tanti giornalisti faziosi e in malafede, si lanciano in una filippica contro l’immigrazione e i nordafricani.

Un fatto che ne giustifica tanti altri, come quello di una parlamentare che insulta Matteo Renzi indicandolo come il responsabile politico e morale di questo omicidio, facendo appunto riferimento agli sbarchi di immigrati che sono avvenuti nel passato.

Sono tre episodi distinti che indicano che la bussola è stata completamente smarrita, che l’odio sta soverchiando la ragione, che tutto è concesso.

Se non cominciano a invertire la rotta, ad accorgerci che hi sta governando l’Italia lo sta facendo a colpi di demagogia, adottando disposizioni totalmente inefficaci a beneficio della propria propaganda mediatica, non usciremo mai da questo incubo.

Un incubo in cui stiamo smarrendo la nostra umanità, in cui la paura instillata goccia a goccia nella nostra mente da certe persone e certi partiti, ci sta facendo perdere il senso di comunità e quello della realtà. Restiamo umani.

Articoli scritti da max.frosini