L’Italia comincia a testare il vaccino anti Covid sull’uomo. Ultimata la sperimentazione sarà pubblico e per tutti

Una bella notizia nella lotta al Covid-19. Lunedì 24 Agosto è cominciata la sperimentazione del vaccino anti-coronavirus sull’uomo all’Istituto Lazzaro Spallanzani di Roma. La prima dose del farmaco è stata inoculata nella mattina sul primo volontario che rimarrà in osservazione prima di tornare a casa. Altri 89 volontari seguiranno lo stesso iter.

Attraverso il Ministro della Salute, il Governo ha già fatto sapere che il vaccino sarà pubblico. Un bene comune a disposizione di tutti coloro che ne avranno bisogno. Prima della distribuzione occorre però procedere seguendo pedissequamente il protocollo della sperimentazione, indispensabile per verificare che la dose di vaccino non dia effetti collaterali al paziente e, soprattutto, per comprendere se la dose somministrata è sufficiente a produrre all’interno dell’organismo la creazione di anticorpi.

Sono questi anticorpi in effetti a dover neutralizzare l’eventuale infezione da Covid 19. Come giustamente affermato dal Direttore Scientifico dello Spallanzani, quella del vaccino non è una corsa bensì un concorso di conoscenza ed è importante avere un vaccino italiano non per ottenere un primato, ma per poter essere indipendenti e poterlo distribuire a tutti i cittadini.

Articoli scritti da max.frosini