Lo sviluppo economico e l’economia si fanno verdi!

Come certo saprete a notte fonda tra Lunedì 23 e Martedì 24 Dicembre è stata approvata la nuova finanziaria che oltre a sterilizzare l’IVA impendendo così aggravi di spese per tutti i cittadini e offrendo una boccata di ossigeno alle imprese, contiene anche molti altri provvedimenti. Non ho potuto fare a meno di notare che, in questi giorni, si parla poco delle misure adottate e si lascia più volentieri spazio a polemiche pretestuose innescate molto spesso da chi non ha neppure dato un’occhiata alla legge.

Per questo ho pensato di offrire qualche spunto di interesse.

Nella manovra sono ad esempio  previste misure volte alla realizzazione di un piano di investimenti pubblici per lo sviluppo di un Green new dealitaliano, mediante l’istituzione di un Fondo con una dotazione complessiva di 4,24 miliardi di euro per gli anni 2020-2023. Parte di tale dotazione sarà destinata ad interventi volti alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.

Viene poi estesa l’operatività di misure agevolative già previste a legislazione vigente al fine direalizzare progetti economicamente sostenibili e che abbiano come obiettivo la decarbonizzazione dell’economia, l’economia circolare, il supporto all’imprenditoria giovanile e femminile, la riduzione dell’uso della plastica e la sua sostituzione con materiali alternativi, la rigenerazione urbana, il turismo sostenibile, l’adattamento e la mitigazione dei rischi sul territorio derivanti dal cambiamento climatico ed, in generale, programmi di investimento e/o progetti a carattere innovativo e ad elevata sostenibilità ambientale e che tengano conto degli impatti sociali.

Insomma spazio al verde anche nei settori produttivi e in economia!

Articoli scritti da max.frosini