Meglio investire sugli spazi della didattica che su barriere in plexiglass per i banchi di scuola!

Occorre fare il possibile per riaprire le scuole a settembre ma è necessario avere un progetto a lungo termine. Se pensiamo che dovremmo convivere con il coronavirus per anni le barriere nei banchi in plexiglass potrebbero essere utili, ma se l’emergenza è destinata come sembra, seppur lentamente, a rallentare ritengo che le risorse economiche disponibili vadano impiegate diversamente. Rischiamo in caso contrario di alimentare polemiche populiste e strumentali.

Le barriere in plexiglass possono essere adoperate nelle mense scolastiche qualora si decidesse una loro riapertura, mentre nelle classi rischierebbero di essere completamente inutili tra qualche mese. Il coronavirus ci impone di rivedere l’organizzazione scolastica e i finanziamenti disponibili devono essere indirizzati verso un modello di scuola capace di affrontare emergenze sanitarie di questo tipo senza dover interrompere le lezioni: ristrutturare gli edifici, creare nuovi spazi per la didattica ed abolire quindi le classi sovraffollate, queste devono essere le priorità.

Articoli scritti da max.frosini