In Aula per chiedere alla Ministra la stabilizzazione di 400 ricercatori precari del CNR!

Mercoledì 24 Novembre sono intervenuta nell’Aula di Montecitorio per rivolgere un’interrogazione a risposta immediata alla Ministra dell’università e della ricerca, Maria Cristina Messa, al fine di valorizzare le professionalità e il completamento del processo di Stabilizzazione dei precari del CNR.

Sulla base del decreto legislativo n. 75 del 2017, il CNR ha infatti stabilizzato circa 1.500 ricercatori, ma sarebbero ancora 400 i lavoratori in attesa di assunzione, molti dei quali idonei in graduatorie di concorsi prossimi alla scadenza. Un decreto ministeriale ha disposto una quota di più di 12 milioni di euro, finalizzata alla stabilizzazione del personale avente i requisiti richiesti da questo decreto.

Considerato che il CNR compare, nella classifica delle istituzioni italiane, come la seconda istituzione ed è tra agli enti di ricerca più innovativi del mondo, pensiamo sia necessario acquisire rapidamente unità di personale già impegnate nell’attività di ricerca, quindi con competenze e professionalità consolidate: un’opportunità a cui non si può rinunciare in vista del PNRR, che richiede una risposta pronta e immediata.

Per questo motivo ho chiesto alla Ministra, quali iniziative intenda prendere per completare il processo di stabilizzazione del precariato del CNR, la quale mi ha ribadito l’impegno economico del Governo messo a disposizione delle aspettative dei ricercatori in attesa di stabilizzazione.

Qua sotto il video del mio intervento.