Non abbiamo un Pianeta B! Forza ragazzi…continuate a manifestare per il vostro futuro!

Centinaia di migliaia di ragazzi nella piazze di 160 città italiane. Milioni di giovani in 27 nazioni del Mondo a chiedere l’attenzione di tutti sui temi del surriscaldamento globale.

E’ stato bellissimo vedere le immagini, le foto, i servizi di questi studenti che chiedono in maniera insistente ai politici e ai Governi ì di fare qualcosa, che intendono sensibilizzare tutti i cittadini, anche quelli più refrattari a rispettare l’ambiente in cui viviamo, a fare tutti qualcosa nel nostro piccolo per fermare questa deriva.

E pensare che c’è ancora qualcuno che, dall’abisso della propria ignoranza, vuole far credere che ci sia un allarmismo motivato, che non c’è nessun pericolo per il futuro del nostro Pianeta.

Vorrei avere la possibilità di dire a tutti questi ragazzi che oggi hanno fatto qualcosa di grande per la nostra Terra di non ascoltare questi negazionisti, di andare avanti con la loro protesta, fino a quando tutte le nazioni con comprenderanno la portata di questa battaglia.

Nell’Oceano Pacifico c’è un’isola di plastica galleggiante, la Great Pacific Garbage Patch, grande tra i 700 mila e i 10 milioni di chilometri quadrati. Secondo molti studiosi se non riusciremo ad intervenire riducendo drasticamente l’utilizzo di questo materiale derivato dal petrolio, nel 2050 potremmo pescare nei nostri mari più plastica che creature marine, il peso di quest’ultime infatti sarebbe un quinto rispetto a quello di bottigliette&co.

Non abbiamo un Pianeta B, per cui forza ragazzi difendete il vostro futuro! A noi il compito di ascoltarvi e suggerire strade percorribili e a tutti i potenti della Terra quello di dare risposte.

Articoli scritti da max.frosini