Non si può costringere nessuno a “non amare”. Coraggio Malika!

Non si possono forzare o indirizzare i sentimenti. Non si può obbligare ad amare e l’unico vero amore che non dovrebbe mai venire meno credo sia proprio quello tra genitori e figli, qualunque difficoltà ci metta di fronte la vita. Perciò ho letto con sgomento della vicenda di Malika, la giovanissima 22enne di Castelfiorentino cacciata di casa solo perché ha confessato in famiglia la sua omosessualità.

La sua vicenda è finita alla ribalta nazionale ricevendo la solidarietà e il sostegno di molti, tanto che in pochi giorni la campagna di raccolta fondi lanciata per sostenere la giovanissima ragazza ha raggiunto la ragguardevole cifra di alcune decine di migliaia di euro. Soldi che aiuteranno Malika a ricostruirsi una vita in compagnia di chi desidera, di chi ama e di chi la ama. Davvero.

Articoli scritti da Lucia Ciampi