Occorre vaccinare gli alunni delle scuole superiori per garantire la didattica in presenza

Lo sforzo del mondo della scuola, dal Ministero agli insegnanti, dalle famiglie agli alunni, per garantire la didattica in presenza è stato e continua ad essere intenso e costante. In molte realtà territoriali la scuola, anche prima della pandemia, è spesso l’unico momento non solo di apprendimento ma anche di socializzazione di bambini e ragazzi. La scuola in presenza ed in sicurezza è fondamentale, ma è innegabile che ha ancora evidenti problematiche che vanno risolte.

Un maggiore coordinamento tra scuola e Asl sulle decisioni da prendere negli istituti coordinato dalle Prefetture; il potenziamento del trasporto scolastico declinabile e modulabile rispetto alle differenze esigente territoriali, l’implementazione dei docenti, soprattutto di sostegno per garantire l’adeguata assistenza ai soggetti deboli e l’inserimento degli alunni, in particolar modo delle superiori, tra le prime categorie da vaccinare sono, a mio avviso, le assolute priorità per garantire la ripresa in sicurezza della didattica in presenza.

Articoli scritti da Lucia Ciampi