Omicidio in pieno giorno a Pisa. La città è più insicura da quando la Lega la amministra!

Quello che è successo nel centro di Pisa ha dell’incredibile, con un giovane che è stato accoltellato in pieno giorno davanti al suo negozio ed è deceduto in seguito a questa brutale aggressione.
Si chiamava Halim Hamza era arrivato circa 6 anni fa in Italia ed era stato seguito dall’Unità migranti di Pisa nella sua richiesta di soggiorno. Lavorava alacremente ed era conosciuto da tutti in via Corridoni. Gli inquirenti stanno ricostruendo la dinamica dell’omicidio.
Quello che è certo è che in questi anni Pisa è divenuta una città meno sicura a causa di una amministrazione comunale incapace di garantire sicurezza e convinta che si potesse risolvere il problema dell’integrazione soltanto con gli slogan. Il modello Pisa è il modello Salvini: incapacità totale di gestire la città e dare sempre le colpe agli altri di fronte ai problemi.
Se servisse a racimolare i voti dei terrapiattisti, Salvini e i suoi sodali pisani, arriverebbero a dire perfino che Galileo Galilei era iscritto al PD. Allo stesso modo ora farneticano addossando colpe ad altri che niente hanno a che vedere con questo efferato delitto.
Purtroppo la questione è molto più seria e chi governa dovrebbe prendersi delle responsabilità.
La Lega aveva promesso di fare di Pisa una città più sicura, che certi quartieri sarebbero stati “ripuliti” che la “legalità sarebbe stata ripristinata”. E’ sotto gli occhi di tutti che non è così e che, a parte qualche aiuola, l’amministrazione Conti è stata incapace di portare a compimento opere davvero importanti per la città, se non quelle già avviate nella precedente legislatura a guida PD. Un fallimento totale rispetto al quale chi governa da 4 anni dovrebbe assumersi responsabilità, ma purtroppo la politica dello scarica-barile è l’unica che Salvini, Conti, Ziello sanno praticare. La sola in cui effettivamente riescono ad eccellere. Slogan e incompetenza. Pisa merita molto di più. Condoglianze alla famiglia di Halim.