Pane e cultura

Abbiamo bisogno di bellezza, abbiamo bisogno di rivivere l’arte ed adesso, con tutte le accortezze del caso e magari anche con occhi nuovi, possiamo ricominciare a respirarla. Un vecchio proverbio cinese invitava chi aveva due soldi in tasca a spenderne uno per il pane e l’altro per acquistare un giglio, come a dire che dobbiamo pensare dapprima al nostro sostentamento e subito dopo a nutrire mente e anima con qualcosa che riesca ad incantarci.

E le occasioni anche senza spostarsi molto non mancano. In provincia di Pisa ad esempio, sono molte le mostre e i musei che hanno nuovamente aperto i battenti. Senza voler far torto a nessuno ne segnalo un paio, molto differenti tra loro, proprio per evidenziare come si possa trovare sicuramente qualcosa che rispecchi i nostri gusti. Ha riaperto a Palazzo Blu a Pisa la mostra dedicata ad uno dei più grandi artisti del novecento come De Chirico e a quella metafisica che ha ispirato la sua opera.
Sempre negli spazi di Palazzo Blu sarà inoltre possibile ammirare le 139 illustrazioni di Tom Phillips, un’artista contemporaneo di origine britannica che si è cimentato nell’impresa di raccontare per immagini l’inferno dantesco.

Presso il Palazzo Pretorio di Pontedera, ovvero al Palp, riprende l’esposizione “I love Lego” con delle vere e proprie meraviglie artistiche create dall’unione di quei mattoncini colorati che tutti i bambini ben conoscono. Insomma per chi ha fame d’arte c’è a disposizione pane per gli occhi e per l’anima in tutta la nostra bella provincia.

Articoli scritti da Lucia Ciampi