Per danzare ancora…

Mercoledì 15 Dicembre ho avuto modo di conoscere l’etoile Roberto Bolle che in Commissione Cultura ha lanciato una sorta di SOS per salvare la danza nel nostro Paese. Un’arte che secondo il più famoso ballerino italiano è stata depauperata ed è vittima di ignoranza e mancanza di visione.
Accuse ben precise che arrivano da chi conosce in maniera profonda questa straordinaria disciplina che come convenuto da Roberto Bolle ha bisogno di corpi di ballo stabili per non far fuggire i giovani talenti che si avvicinano a quest’arte.
Negli anni per sanare i deficit delle Fondazioni si è provveduto a tagliare compagnie di ballo e anche attraverso il FUS si sono penalizzati gli spettacoli di danza rispetto alle altre produzioni. Occorre invertire la rotta e fare in modo che una disciplina dura ed impegnativa ma, se ben interpretata, anche armoniosa e soave come la danza possa godere di benefici e risorse statali che riescano a promuoverla e a formare nuove generazioni di ballerini che possano continuare ad valorizzare la grande tradizione italiana in questo campo.