Per il futuro dell’impianto ENI di Stagno

Nella mattina di Mercoledì 9 Febbraio sono intervenuta al Question Time della Camera per illustrare l’interrogazione di Andrea Romano al Ministro dello Sviluppo Economico, Giorgetti, sul futuro dell’impianto ENI di Stagno.

La situazione dello stabilimento infatti sta destando forti preoccupazioni negli oltre mille lavoratori diretti e dell’indotto, nelle associazioni sindacali e nelle amministrazioni locali dei Comuni della costa livornese per il sommarsi dell’assenza di impegni chiari di parte aziendale circa le prospettive di investimento, della comunicazione relativa alla chiusura a fine 2022 della linea di produzione di carburanti, del mancato coinvolgimento dello stesso impianto nei piani di transizione energetica ricompresi nel PNRR.

Lo scorso 5 agosto i sindaci dei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti hanno scritto al Ministro per lo Sviluppo Economico sollecitando la convocazione urgente del Comitato esecutivo dell’Accordo di Programma per il rilancio competitivo dell’Area costiera livornese e il 10 Dicembre 2021 il Presidente della Regione Toscana Giani ha scritto al Ministro Giorgetti sollecitando la convocazione di un tavolo presso il Ministero dello Sviluppo economico per discutere la situazione della raffineria ENI di Livorno.

Non si aveva notizia di alcuna conseguente iniziativa del Ministero per lo Sviluppo Economico al quale abbiamo richiesto nuovamente l’impegno di convocare un tavolo tra Eni, enti locali e associazioni sindacali che abbia al centro la condivisione di una strategia industriale relativa all’impianto Eni di Stagno capace di dare certezze sugli investimenti e quindi sui livelli occupazionali della raffineria, la cui centralità per il territorio livornese e per l’intera costa toscana è imprescindibile da decenni. Durante il Question Time è arrivata l’attesa risposta del Ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico d’Incà. Il Governo si è impegnato formalmente a convocare un tavolo con enti locali, sindacati e azienda entro i primi giorni di marzo.

Qua sotto il video del mio intervento.