Pisa: un anno di Conti e i conti non tornano!

Un anno di Conti e i conti a Pisa non tornano affatto. Il primo anno di amministrazione del carroccio nella città della Torre Pendente è stato costellato di inaugurazioni dal punto di vista dei lavori pubblici. Peccato che nessuno abbia avuto la premura di ricordare che TUTTE le inaugurazioni fate finora riguardano lavori pensati, progettati, finanziati e messi a gara dalla giunta Filippeschi a guida PD. Ecco qua un breve ma significativo elenco per cui ringrazio i rappresentanti dell’opposizione in Consiglio Comunale:

– primo lotto di Piazza San Paolo a Ripa d’Arno (con CANCELLAZIONE dei successivi lotti)
– primi interventi al parco di Cisanello (nessuna parola sugli interventi successivi)
– riqualificazione dei vicoli di San Martino con lastricature, illuminazione e videosorveglianza
– riqualificazione di Lungarno Pacinotti
– apertura dell’Incile (con inaugurazione fantozziana)
– riqualificazione delle mura di lungarno Fibonacci e della Cittadella (con l’imbarazzante balletto di colori alla porta di via Bonanno)
– inaugurazione del Parco di Mau, finanziato dai tifosi del Pisa e dal Comune negli anni scorsi
– cancellazione delle previsioni per il nuovo parco della Cittadella
– recupero dell’area ex Vacis con almeno 300 posti di lavoro previsti
– recupero dell’area verde dei Vecchi Macelli e interventi al Museo del Calcolo (ma il progetto della Cittadella Galieiana è stato ignorato e rinviato sine die)
– rinvio a chissà quando degli interventi del progetto Binario 14 (forse iniziano nel 2020, grazie alla pressione dell’Anci sul Governo nazionale) riguardanti la zona Stazione e il quartiere San Giusto
– primi lotti della variante Nord-Est (con finanziamento della Regione Toscana e coordinamento della Provincia)
– nuova pista ciclabile tra Riglione e il mare con nuovo ponte ciclopedonale sull’Arno a Cisanello (ciclopista dell’Arno finanziata dalla Regione)
– progetto per il recupero di Piazza Viviani e per il lungomare di Marina
– rifacimento della pista di atletica del Campo Scuola
– estensione capienza del Palazzetto dello sport grazie a lavori per la sicurezza
– recupero delle caserme dismesse del centro storico
– rotatoria di via della Dogana a completamento del sistema di rotatorie dell’Aurelia
– nuova illuminazione del ponte del CEP
– PERSI i finanziamenti privati per il recupero della Stazione Marconi di Coltano, con nessuna idea su come fare a recuperare il bene
– progetto “4 Passi nel futuro” con interventi sui luoghi pubblici del quartiere dei Passi (bandi PIU conquistati da Filippeschi)
– secondo lotto per le nuove case popolari di Sant’Ermete (finanziamento Regione Toscana)
– interventi per la sicurezza idraulica di Pisa Nord e di San Giusto
– nuova fognatura di San Piero a Grado
– verifica sismica di almeno 10 edifici scolastici
– progetto partecipativo per il nuovo Largo Petrarca.

E’ necessario ribadire che i lavori descritti sopra sono stati pensati, ipotizzati, decisi, progettati, finanziati e messi a gara (o avviato il relativo iter) dalla precedente amministrazione. Nessun merito in questo caso è da attribuire alla Giunta Conti che da parte sua si è ben guardata di farlo sapere ai cittadini durante ogni inaugurazione.

Articoli scritti da max.frosini