Ricovery Fund, l’Europa al bivio. Non è momento di accordi a ribasso!

Alcuni paesi amici dei partiti sovranisti nazionali come Lega e Fratelli d’Italia come Olanda, Austria, Danimarca e Svezia, , definiti “frugali”,  chiedono che i soldi del Ricovery Fund non siano a fondo perduto. Questi paesi che contribuiscono meno dell’Italia al bilancio dell’Unione Europea dovrebbero ben sapere che non esistono “paesi spendaccioni”, ma paesi che sfortunatamente hanno conosciuto più di altri gli effetti devastanti di questa pandemia.

Abbiamo bisogno di un’Europa  unita coesa e solidale, non è il momento di accordi a ribasso, serve coraggio, altruismo e responsabilità. Solo così l’Europa potrà riacquistare credito agli occhi dell’intera comunità del nostro vecchio continente.

Se avrà la meglio una logica personalistica e individualista si darà ragione agli interessi particolari dei sovranisti, di quelli che si fanno foto insieme come la Meloni e Rutte o Salvini con un rappresentante del partito popolare danese , per poi rinnegarsi alla prima occasione utile.

L’Europa ha bisogno di essere unita, compatta, coesa per avere un peso assoluto a livello mondiale. Gli Stati Uniti d’Europa non sono un’utopia, ma un’ideale. Il Vecchio Continente è la nostra unica casa. Chi ci vuole divisi fa solo l’interesse di altre superpotenze mondiali.  Non permettiamolo.

Articoli scritti da max.frosini